Brexit: Giacca,se hard,impatto devastante su ricerca inglese

"Una hard Brexit avrebbe un impatto devastante sulla ricerca inglese" e la bocciatura del piano soft di uscita di Theresa May, sta causando "negli ambienti universitari di Londra preoccupazione vera". Lo scrive oggi nella sua rubrica sul quotidiano Il Piccolo, il genetista Mauro Giacca che, dopo essere stato per anni direttore dell'Icgb (Istituto di genetica e biotecnologia) di Trieste, da alcuni mesi dirige un gruppo di ricercatori della Scuola di Medicina cardiovascolare del King's College di Londra. "Il Regno Unito è il Paese più avanzato al mondo nella scienza", rimarca Giacca, ricordando che, pur contando "meno dell'1% della popolazione mondiale", vanta il "15% delle pubblicazioni più citate, e più premi Nobel di tutte le altre nazioni Ue". Inoltre, "tra le prime 20 università nel ranking mondiale, le migliori europee sono britanniche". Atenei largamente popolati da ricercatori stranieri, "bravissimi nel vincere finanziamenti europei", che "rischiano di venire a mancare dopo il 29 marzo". (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Villa Vicentina

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...